15 dicembre 2007

Perché avete scelto un cucciolo Tricolor Bear ?

Ciao a tutti,
come ben sapete il mio grande amore per questi orsacchiotti è illimitato, tanti possono pensare che io sia una fanatica, altri possono condividere e capire questo mio immenso affetto per loro.
Da queste mie riflessioni, sul maniacale amore che ho per i Bernesi mi è scaturita una curiosità che solamente voi... che avete scelto come compagno un Tricolor Bear riuscirete a dissipare rispondendo a questa domanda:
PERCHE' AVETE SCELTO UN CUCCIOLO DI BERNESE " TRICOLOR BEAR" ??????
Vi ringrazio anticipatamente come amica ed anche come allevatrice per l'aiuto che mi darete rispondendo al mio quesito, le vostre risposte mi aiuteranno a capire se la strada "del cuore" che stò percorrendo è quella giusta

12 Comments:

At 27/12/06 22:49, Anonymous Anonimo said...

Ciao!
Dopo lunghe ricerche nei vari allevamenti non ero soddisfatta del trattamento ricevuto (sembrava sempre di effettuare una trattativa per un'automobile visibile solamente a pronta consegna...)fino a quando ho sentito per la prima volta Loredana..
Già per telefono c'era qualcosa di diverso, anche se i cuccioli non erano ancora nati Lei voleva che io andassi a trovarla per parlarci, conoscerci...
che strano! non mi era mai successo! Ancora non si sapeva se sarebbe andato tutto a buon fine... (forse questa è la persona che sto cercando!).
Sono stata accolta molto bene, mi sono trovata in mezzo ad un "ciclone tricolore". Incredibile!! Stupendi bovari da tutte le parti che mi saltavano addosso, giocavano con me e si facevano accarezzare, non c'erano box!! Questi "cuccioloni" giravano liberamente per tutta la casa, dormivano sui divani e le porte erano sempre aperte perchè potessero decidere loro dove scorrazzare.
Ma veniamo a Loredana: una persona molto gentile e solare che vive per i suoi cani e che ha modificato tutta la sua casa in base alle loro esigenze e comodità.
Era molto interessata a come e dove sarebbe andato a vivere il futuro cucciolo, non pensava solo alla vendita, ma anche al suo benessere e che potesse crescere circondato da tanto amore.
Ora posso dirlo: VOGLIO UN CUCCIOLO TRICOLORBEAR!
Da quando ho preso il primo cucciolo, con mio piacere Loredana ha sempre seguito la sua crescita, ho sempre potuto fare affidamento su di Lei per qualunque cosa e a qualunque ora.
Si è creata così una bella amicizia.
Ora sono passati più di 3 anni ed ho anche un secondo bovaro del bernese, naturalmente... UN TRICOLORBEAR!!!!

Dany e Elvis

 
At 29/12/06 20:27, Blogger letizia said...

Avrei dovuto imparentarmi con i Tricolorbear perchè la mia prima bernese Farah si sarebbe dovuta sposare con Artù,ma non è successo perchè una brutta malattia me l'ha portata via. allora loredana mi ha subito proposto uno dei suoi cuccioli. Sono salita in aereo per vedere la mia cucciolotta che aveva un mese,ma appena arrivata a casa di Loredana,o meglio a casa dei cani di Loredana(davvero una casa a misura e disposizione di cane)mi sono affacciata alla cuccia parto e sono stata folgorata dal classico colpo di fulmine per una palla di pelo tricolore cha aveva una testa talmente grande da fargli peso e una dolcezza negli occhi che non potrò mai scordare. Duke,nonostante fosse il più pigro e placido della cucciolata,si è mosso verso di me e mi ha scelta con una stupenda leccatona in faccia e io ho deciso che lui e nessun altro avrebbe potuto essere il mio cane. Ho dovuto aspettare trenta giorni eterni per poterlo andare a prendere e in tutti quei giorni Loredana con pazienza e affetto ha sopportato la mia insistente presenza via e-mail per avere notizie e aggiornamenti fotografici sul mio patatone e così è nata una splendida amicizia legata dal nostro comune e fuori della norma amore per i bernesi. Dal 30 settembre 2005 Duke è a tutti gli effetti il "mio fidanzato":un maschio stupendo e dolcissimo,bravissimo con chiunque,patatone e coccolone,obbediente e straordinario,simpatico e buffo,imponente e a volte "coglione",tontolone e pieno di vita e di amore per me e per tutti quelli che lo circondano. Insomma ,insieme a Sofia,la fidanzata che gli ho scelto(se son rose fioriranno) riempie le mie giornate di allegria e di gioia e io non posso che essere eternamente grata a Loredana per avermi scelto come mamma di uno dei suoi cuccioli.
A proposito,se qualcuno leggendo ha pensato che io sono la classica "mamma"che non vede altro che i suoi pupilli,guardi bene tra le pagine del sito di Loredana:ci sono foto di Duke,e allora... non è BELLISSSSSSSSIMO?! Letizia

 
At 12/1/07 17:41, Anonymous Millo said...

Ehm, permesso, permesso scusate sono Millo, beh il mio nome per esteso è Emperor of the Mill, perchè vivo in un mulino e ne sono diventato l'imperatore. La domanda proposta mi sembra pleonastica! NO voglio dire ma ci avete visto? Chi può resistere a un TricolorBear, chi può resistere a me? Io faccio strage di cuori, tra umani e animali. Tutti mi accarezzano ed io poichè Loredana mi ha educato bene porgo la zampa in segno di saluto. Sono dolce e mite, paziente e tollerante, per niente razzista, perchè Loredana mi ha abituato così, poi è arrivata la cicogna che mi ha portato la mia mamma Elisa (al Tricolor Kennel le cose funzionano unpo' al contrario!!!)ed ora mi prendo cura di lei e di papà. Devo stare loro vicino vicino, li accompagno ovunque e li coccolo tantissimo. E' un lavoro duro ma a noi Tricolor non pesa affatto........ Salutoni, Millo

 
At 15/1/07 10:56, Anonymous Maia & tutta la tribù said...

Ciao a tutti, io sono Maia e sono la regina incontrastata di casa Poggi-Innocenti, in quel di Murta, ridente paesino sulle altrue genovesi, dove il mio arrivo ha portato molto scompiglio, perché mai prima un cane bello come me vi era mai giunto...
COme mai la mia mamma e il mio papà hanno voluto proprio me, una Tricolorbear doc? Anzi, la prima dei Tricolorbear, a essere precisi? Dopo tante ricerche infruttuose, durate ANNI, loro erano un po' depressi, perché trovare un bovaro bello, sano e allevato da brave persone, sembrava un'impresa degna di Superman, ma alla fine, per magia, hanno scoperto che una certa Loredana abitava a due passi dalla casa dei nonni... sono corsi a trovarla e subito sono rimasti incantati: lei viveva e vive tuttora come se ogni suo peloso fosse figlio unico e vivesse in una famiglia normale, libero di scorrazzare e giocare, ricoperto di coccole e baci, viziato quanto basta... però i "figli unici" sono tanti e sarebbe più facile organizzarsi con dei box, che percò a noi bernesi non piacciono per niente... ma Loredana no, lei ci vuole sempre accanto a sè! Quando mamma e papà mi hanno portato a casa, hanno continuato ad applicare la filosofia Tricolorbear in tutto, sempre seguiti da Loredana, e grazie a lei abbiamo tanti amici a due a quattro zampe e grazie a lei sono anche diventata mamma di sei monelli! Chi era il padre?? Un Tricolorbear, naturalmente!! E Thor e Freia, i due orsi che sono rimasti a casa con noi, TRicolorbear lo sono nel cuore!

 
At 19/8/07 18:58, Blogger gra said...

perchè ho scelto un TRICOLORbear?
io me ne sono immamorata!
è un po'banale come cosa ma è così.
è stato un amore che è cresciuto con il tempo...

non ho mai visto cani con musetti e occhi più espressivi, sarà che amo la fotografia... il colpo di fulmine è stato proprio con una fotograia.
poi...
la parole di loredana, che scorrevano sul video del mio pc e che divoravo ogni sera, mi hanno aiutato a capire che doveva essere lui l'altro componente della famiglia...

infine, vi ho letto tutti e proprio tutti avete fatto in modo che io rimanessi affascinata dai vostri racconti... ne ho conosciuto il carattere con le vostre storie nel notiziario

ecco cosa volevamo!
non un acquisto
non un arrivederci e grazie
ma un "orso" che ci avrebbe portati in una famiglia.
tutto questo mi aspetto dalla nuova vita che stiamo per intraprendere... grazie a loredana e alla famiglia TRICOLORbear.
gra&Co.

 
At 22/8/07 14:58, Anonymous Chiara said...

Da oltre due anni ho intenzione di prendere un cane che sia mio fin dall'inizio.....Mi spiego: ho avuto altri cani, o trovatelli,o presi da un canile,o sottratti ad un vita infelice perchè costretti a vivere in gabbia, o regalatimi da amici.....ma loro non li ho scelti io, sono arrivati qua e hanno vissuto con me per un po', certo, amati e accuditi, ma non voluti perchè scelti.
Così è successo che nel 2004 ho conosciuto Enrico e lui mi ha fatto scoprire una razza che non conoscevo, proprio i bovari del bernese, e ho capito che era quello il cane che avrei voluto.
Insieme abbiamo visto alcuni allevamenti, belli e con bei cani, ma....nessuno mi convinceva fino in fondo.Per un po' abbiamo messo da parte questo pensiero, forse un po' sfiduciati o dubbiosi per non aver trovato qualcosa che ci avesse davvero coinvolto e emozionato.
Finchè una sera di inizio luglio chiamo Loredana per sapere se posso visitare il suo allevamento....e la telefonata letteralmente mi demolisce e poi ricostruisce dentro, come farebbe uno scultore con una statua.
La prima cosa che mi colpisce è quella frase di Loredana: Innanzituto bisogna vedere se tu vai bene a me e ai miei cani e viceversa!
Mai nessuno mi aveva detto questo!!!
Mi rendo conto di avere a che fare con una persona decisa, molto sincera, forse un po' dura e intransigente nel modo di fare; ma ciò che leggo dietro le sue parole,più di ogni altra cosa, è l'infinito amore di Loredana per i suoi cani, quell'amore che le fa dire di no ad un facile guadagno pur di salvaguardare il benessere dei bernesi, che la "costringe" a notti in bianco e a grandi fatiche per accudirli, che la vuole certa di dare i suoi cuccioli solo a chi saprà degno di un simile tesoro.
Il giorno dopo sono andata alla tenuta Remorsi e non vi nascondo che avevo molta paura di non essere all'altezza, di non avere le doti e i requisiti necessari che Loredana giustamente pretende per affidare uno dei suoi cuccioli.
Ma non appena mi ha accolto, non appena ho visto le sue creature a quattro zampe, un sola certezza mi è nata nel cuore, quella di essere arrivata a CASA. Sì,è stato così, è stato come se avessi finalmente trovato quello che cercavo da tempo: un posto dove sentirsi a casa,un posto dove sai di stare bene e al sicuro, non per il tetto o le mura, ma grazie all'amore e alla serenità di cui ti senti circondata.

Lì sarebbe nata e cresciuta quella che un giorno sarebbe diventata la mia gioia, in una casa vera, con un cuore immenso e un amore sconfinato per i bernesi.

Per questo ho scelto un cucciolo Tricolorbear e per questo devo dire grazie a Loredana.

 
At 25/8/07 23:16, Anonymous Anonimo said...

mi sento un po' a disagio nel farvi questa confessione, e spero che dopo mi vorrete bene uguamente.
noi siamo arrivati ai bernesi ed ai tricolorbear per puro caso!
siamo assolutamente consapevoli della fortuna sfacciata che abbiamo avuto, ma ora ci diamo da fare per continuare a meritarcela!
da quando mio marito ed io ci siamo sposati, abbiamo diviso il nostro giardino con cani di tutti i tipi: una dinastia di boxer, con tre cucciolate e una di pastori bergamaschi .....e con loro, come è successo a chiara, trovatelli, amichetti, dispersi....
i cani ci facevano compagnia, un po' di guardia e...tutto lì.
due anni fa abbiamo perso gli ultimi due bergamaschi, nel giro di poco tempo.
i due boxer e lo shih-tzu sono rimasti senza....guida: bisognava provvedere!
mio marito si è messo al computer e due giorni dopo eravamo sulla strada per la tenuta remorsi a vedere...a conoscere...
quando elseby -scelta da loredana con le caratteristiche giuste per entrare in una famiglia già numerosa-è arrivata, la prima cosa che mi ha sconvolto -positivamente certo-è che i tricolor fanno pipì solo sui tappetini igienici anche se nessuno glielo ha insegnato, e, da lì in poi, è stato tutto uno scoprire che questi non sono normali cani, ma amici che ti chiedono perchè sanno dare.
io sono impazzita, mio marito, come spesso fanno gli uomini, ci ha impiegato qualche tempo in più...ma ha ceduto anche lui...
non so come spiegare questo legame che si instaura, che non è prevaricazione, ma neppure cieca sudditanta, un rapporto alla pari,con un continuo interscambio.
elseby ha incantato tutti,persino lulù- lo shih-tzu- convinta di essere la principessa incontrastata: ho dei filmati dove si rotolano, con lulù che tenta di azzannare elseby, che, per gentilezza, si appiattisce per essere alla sua altezza.
basta. avete capito vero? del resto saprete anche voi che dopo aver incontrato un bernese e soprattutto loredana, la vita acquista colori diversi
un bacio
eleonora e tutta la tribù

 
At 27/8/07 21:22, Anonymous Anonimo said...

Perchè ho scelto un tricolorbear?

Prima di tutto vorrei dire perchè ho scelto un bovaro bernese:
E' cominciato come cominciano i grandi amori, per caso e quando meno te lo aspetti e sta andando avanti come una grande passione...

Ammetto che fino a qualche tempo fa ignoravo persino l'esistenza di questa razza stupenda e oggi mi chiedo come fa un orsetto di 20 kg a riempirti la vita così e come abbiamo potuto fare a meno di lui per tanto tempo?

Fin da bambina ho desiderato un cane, ma i miei genitori erano irremovibili, non c'era abbastanza spazio, non c'era abbastanza tempo, ma secondo me non c'ra la volontà e la voglia di condividere il proprio spazio e il proprio tempo con un 4 zampe.
E così sono cresciuta coccolandomi i cani degli altri o i trovatelli del canile, ma ripromettendomi appena possibile di averne uno tutto mio...

Il nostro primo cane è stato Gino, un labrador biondo che è entrato a far parte a tutti gli effetti della nostra famiglia, fino a quando un brutto male ce l'ha portato all'età di 4 anni.

Ero arrabbiata con tutto e con tutti e ho creduto che nessun altro avrebbe potuto sostituirlo, ma chi ha avuto un cane non può più farne a meno, e così con la consapevolezza che nessuno doveva sostituire nessuno, abbiamo ritrovato la certezza di voler di nuovo condividere la nostra vita con un amico vero.
Si pensava di orientare la nostra scelta di nuovo su un labrador, visto che già conoscevamo le doti e il carattere, ma il più piccino della famiglia è stato anche il più saggio.
Bryan è stato categorico: non doveva essere un labrador, perchè in lui avremmo rivisto sempre il nostro Gino e questo non era giusto, Doveva essere uno dolce come lui, ma non poteva essere lui!

Un giorno in un'edicola, io e Claudio siamo stati attratti da una rivista che riportava in copertina la foto di un bovaro bernese con il titolo "Il gigante buono ".In quel momento abbiamo deciso che era lui il nostro cane.
Quella sera stessa ci siamo messi a cercare delle cucciolate disponibili e ce n'erano anche in Toscana:questi signori erano molto professionali, ci invitavano a visitare i loro allevamenti e ci parlavano dei loro campioni, ma noi stavamo cercando un amico no un campione.
Poi abbiamo trovato "La terra di mezzo" e la signora Daniela dispiaciuta che la sua Norwenna non portasse i cuccioli di Artù, ci dà il nome di Loredana e dei Tricolorobear...
E questo è il caso.Tutto il resto è il grande amore!!!

L'amore per queste stupende creature, L'amore che una donna mette in quello che fa e che trasmette a tutti coloro che hanno la fortuna di portarsi a casa uno dei suoi orsetti e l'amore magico che unisce tutti i possessori di un tricolorbear trasformandoli in una immensa famiglia.

Grazie Loredana

Loretta e famiglia

 
At 28/8/07 10:12, Anonymous Pietro said...

La mia storia la conoscete tutti o quasi tutti..e se qualcuno ancora non la conoscesse lo invito a leggere le prime lettere scritte sulle pagine di "AIUTIAMOCI".

La scomparsa di Aron è stato per noi un momento terribile (e sò di non esagerare se la paragono alla scomparsa di una persona cara).. Aron era per noi un bimbo da crescere. Consapevoli che la sua malformazione cardiaca non gli avrebbe concesso molto tempo abbiamo cercato di dargli tutto l'amore che potevamo per non farlo sentire solo... e lui l'aveva capito perchè quando ci ha lasciato era lì, al suo posto, con quel suo musetto tricolore sul quale la morte aveva disegnato un velo di serenità.
Ancora con le lacrime agli occhi decidemmo che sarebbe stato un altro bernese a riempirci la vita e regalarci quei momenti che solo Aron aveva saputo regalarci. Quando tornai in ufficio, due giorni dopo la scomparsa del cucciolo, cominciai a girare in internet...guardavo con rabbia il sito riguardante l'allevamento dove Aron era nato e speravo che a nessun altro potesse capitare ciò che era capitato a noi. Poi capitai su un sito che parlava del "Ponte Arcobaleno".. una pagina in cui chiunque poteva mettere la foto del proprio orsetto che era volato in cielo e magari aggiungerci qualche parola per ricordarlo. Così scrissi la nostra storia alla proprietaria del sito, Loredana Ivaldi nella speranza di vedere la foto di Aron su quel ponte. Il seguito andò ben oltre le mie aspettative... Loredana mi rispose nel giro di un'ora e nelle sue parole leggevo la commozione che provava nello scrivermi..conservo ancora quella lettera e la conserverò sempre..poi fù la volta di Letizia, qualche ora dopo arrivò la lettera di Eleonora e via via molte altre lettere arrivarono da persone che non conoscevo ma che mi erano vicine con la loro solidarietà e il loro amore.. e a tutti voi dirò sempre grazie.
Nei giorni che seguirono le lettere aumentavano finchè un giorno chiesi a Loredana se potevo fargli visita e lei mi rispose che non vedeva l'ora di conoscermi. Così una domenica, io e Laura, partimmo..destinazione tenuta Remorsi. Al nostro arrivo ci accolse un gran abbaiare di orsi ed una figura minuta ma, allo stesso tempo, forte e decisa..Loredana. Ci fù un abbraccio forte tra noi mentre le lacrime segnavano i nostri visi.
Non sapevamo ancora se sarebbe stato un Tricolor Bear il nostro prossimo cucciolo...ma dopo quell'abbraccio capimmo che tutto era segnato e che sarebbe stata Loredana, un giorno, a metterci in braccio un piccolo di bernese.
Cercavamo un cucciolo, è vero, ma è stato lui a venire da noi... il resto è storia di questi giorni.
Grazie Loredana e grazie a tutta la grande famiglia TricolorBear.
Pietro e Co.

 
At 14/10/07 18:53, Anonymous Anonimo said...

Ciao a tutti da Jessi!!!! Per gli amici Jessicona,cresco a vista d'occhio e sto proprio diventando una bella.....:) Saluti e baci Barbara e Fabio

 
At 19/10/07 12:29, Anonymous Anonimo said...

Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

 
At 31/1/08 17:55, Anonymous Elisa said...

Ho sempre avuto un po’ di pudore a raccontare com’è stato il nostro ingresso nella Famiglia Tricolor Bear, perché all’inizio mi vergognavo un po’ della fortuna che abbiamo avuto. In realtà ho poi capito, che non era fortuna, ma destino! E ora, a distanza di sei mesi posso proprio dire che è stato un destino fortunato!

Nell’estate del 2007 è morto Rap, il nostro pastore Maremmano, e la famiglia è stata subito d’accordo che avremmo cercato un nuovo componente, non per sostituire Rap, ma perché il nostro amico che era volato sul Ponte Arcobaleno ci aveva dato così tanto da motivarci a rinnovare la scelta di accogliere un cane.

Così, durante le vacanze ci siamo documentati su un po’ di razze, possibilmente adatte a convivere con i bambini perché mia sorella aspettava il suo cucciolo…fino a quando abbiamo visto un bovaro del bernese molto affettuoso con i padroni e i bambini: il colpo di fulmine è stato immediato!

Perché abbiamo scelto un Tricolor Bear? In realtà ci ha scelto casa Tricolor Bear e ben due volte!

Rientrati dalle vacanze, lunedì 27 agosto sono tornata in ufficio e ho iniziato qualche ricerca di allevamenti , mentre mio papà faceva lo stesso da casa: martedì 28 agosto
sera io e mio papà ci siamo sentiti e in coro abbiamo detto: dev'essere un Tricolor Bear!

Perché?

Perché anche se Tricolor Bear non è il primo allevamento che risulta attraverso i motori di ricerca è quello che ci ha colpiti: quelle scelte d’istinto, che, approfondite razionalmente, trovano molteplici conferme: il calore che emanava il sito, la scelta di far parlare le immagini - che non mentono e sono immediate -, l’attenzione dedicata all’aggiornamento del sito (non c'è niente di più triste di un sito i cui aggiornamenti risalgono a mesi prima, se non anni: come può essere statico il sito di un allevamento quando non ci dovrebbe essere nulla di più dinamico?!), le parole di chi era già entrato a far parte della famiglia (nel notiziario Tricolor Bear c'è continua vita e soprattutto non è limitata alle descrizioni dei cuccioli, il che vuole dire che l'entusiasmo e l'amore continuano) , le informazioni in merito alla genealogia e alla salute dei cani, l’assenza di box, la condivisione di alcuni valori di fondo descritti da Loredana nella sua presentazione (non ultima la comune esperienza di aver ospitato bambini bielorussi) … e altre sensazioni che il tempo ha confermato.

Così mercoledì mio papà contattava Loredana: maschi disponibili non ce n'erano, ma, soprattutto, parlando con Loredana, rispondendo alle sue domande più che legittime, per conoscerci e per capire le nostre esigenze, abbiamo capito che una femmina sarebbe stata più adatta all’inserimento nella nostra famiglia, e il destino ha voluto che ci fosse Star di 4 mesi, che ben si prestava ad entrare nel nostro nucleo, in cui c’era già un altro cane, perchè la piccola era abituata a stare con altri cani.
Ed era destino, perchè la nostra prima cagna, che ha vissuto con noi 15 anni, si chiamava Star: non avremmo mai rinnovato il nome di nostra volontà, ma l'abbiamo inteso come un segno che avremmo rivissuto un'esperienza così bella
...e domenica 2 settembre Star è arrivata a completare la nostra famiglia!

E da allora ogni giorno conferma che era destino, destino fortunato, ma anche interpretato dalla professionalità di Loredana come allevatrice: un allevatore serio e che ha cuore il bene dei propri cani non è interessato a venderli, ma a trovare loro una famiglia, anzi LA famiglia giusta.

E allora possiamo dire che la nostra sequenza di scelta è stata: prima la scelta di un bovaro del bernese, poi la scelta di un Tricolor Bear…ma poi è stata Loredana, con la sua “filosofia” Tricolor Bear a scegliere il Tricolor Bear per noi.

E fortunatamente per tutti noi, Loredana ha capovolto le logiche di un acquisto per trasformarle in un rapporto familiare: quando il cucciolo entra a fare parte di una nuova
famiglia il rapporto non si interrompe, ma al contrario inizia, e i nuovi arrivati entrano a far parte della Tricolor Bear Family.

Ecco perché quando mi chiedono di che è razza è il mio cane, nella mia mente rispondo “Tricolor Bear”.

Elisa

 

Posta un commento

<< Home